CERCHI CONCENTRICI IN MEDIO ORIENTE

di Fabio Garuti

10407667_834548789971393_3323190963752788877_n

A ciò sollecitato dall’attento Luigi Pinna, che ringrazio, parlo brevemente ( prendendo spunto da un mio articolo) di un altro sito a forma di Cerchi Concentrici, stavolta in Medio Oriente. Sono tanti, sparsi per il Mondo, tali tipi di siti circolari,immensi. E ne sono tantissime le raffigurazioni,peraltro mai così perfette come in Sardegna ed in Scozia. E qualcuno continua a fare finta di nulla.per fortuna Lettrici e Lettori sanno guardare le immagini. Altro non serve…………..

(…) Tornando alle nostre antichissime strutture, e ricordando che esse si trovano proprio dalle parti delle grandi piramidi della Linea Planetaria che collega Messico – Egitto e Cina, analizziamo adesso il Medio oriente, ricordando che l’altra volta ci siamo occupati di Bolivia, ed in particolare del sito di Columa, Ande Boliviane, 4.000 metri circa di altezza, e di quello di Moray, sempre Ande, ma in Perù. . Stavolta siamo sulle alture del Golan, ossia in un luogo inaccessibile per motivazioni di ordine militare (non è la prima volta). Tra Siria ed Israele, in una località utilizzata spesso appunto per esercitazioni militari, c’è un monumento molto antico, di oltre 5.000 anni fa, composto da cerchi concentrici chiusi ed aperti, ancora ben conservato grazie alle montagne su cui si trova ed anche al fatto che, nel suo insieme, sia visibile solo dall’alto.
Il sito è denominato Gilgal Refaim (Ruota dei Giganti, in Ebraico) o Rogem-Hiri (Tumulo del Gatto Selvatico, in Arabo) e secondo le leggende del posto era abitato da giganti; la sua struttura è molto simile a quella dei campi circolari di Columa in Bolivia e di Moray in Perù, che abbiamo già analizzato, ed il cerchio esterno ha un diametro di oltre 150 metri. La struttura a forma di cerchi non ha avuto, almeno fino ad oggi, alcuna spiegazione concreta e sostenibile, ed infatti il disaccordo regna sovrano. Per alcuni era una gigantesca tomba, per altri un osservatorio, ma nessuna tesi ha mai convinto, anche perché edificare il sito è stata un’impresa assolutamente non semplice.
Fu necessario l’utilizzo di oltre 42.000 tonnellate di basalto, la cui sistemazione avrebbe comunque richiesto alcuni anni; un’impresa assolutamente non effettuabile da una civiltà nomade, ma che avrà certamente necessitato di una organizzazione sociale stabile, con manodopera specializzata, pianificazioni, rifornimenti e quant’altro. Ma che senso avrebbe avuto edificare qualcosa del genere , oltretutto in montagna e lontano da ogni centro abitato ? Paragonare il sito ad altri siti megalitici come ad esempio Stonehenge è assurdo, sia per le tante differenze costruttive, sia perché Stonehenge era un luogo molto frequentato e soprattutto ben distante dalle grandi piramidi. Le alture del Golan certamente no. Ma poi tanti cerchi con un diametro così notevole, non hanno, o meglio, non avrebbero alcun senso.
Per la gente del luogo, peraltro poco frequentato dato che, oltre alle esercitazioni militari vi sono anche alcuni campi minati, il sito resta comunque più che un mistero un vero e proprio segreto; i grandi cerchi concentrici, dotati di varie aperture, hanno oltretutto uno spessore notevole, cosa che ha permesso loro di giungere fino a noi. Ripeto : l’essere ubicato in altura e soprattutto lontano da luoghi abitate e strade, lo ha certamente preservato. Se in Centro America è stato sviluppato il Mais, ben possibile che proprio qui siano state effettuate le opportune prove per ottenere il frumento. Da qualche parte devono pur averla effettuata tale sperimentazione bio-genetica.

(tratto da : “la Preistoria Atomica lungo la Linea di Orione” – Anguana Edizioni, Sossano (VC) )

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...