CRONOLOGIA PIRAMIDALE E ” MISTERO SULLE PIRAMIDI CINESI”

Di Fabio Garuti

10481923_672891289470478_6780776046959510772_n

Lentamente, molto lentamente, si comincia a parlare di piramidi Cinesi. Era ora. Non siamo ancora alla constatazione ( che facciamo ormai da un paio d’anni) che anche in Cina c’è un tris di edifici identico a Giza, ma è già un passo avanti rispetto al silenzio assoluto. Ciò che francamente mi lascia perplesso è il fatto che , laddove si parli di piramidi Cinesi, spesso viene tirata fuori l’espressione “mistero delle piramidi Cinesi”. Ma quale mistero ? Dove ? Perché ? Il vero mistero è il silenzio della archeologia ufficiale, che continua ad ignorare il sito più grande del pianeta. Non se ne può più di tante fandonie. Il motivo ? Ammettere che a Xian ci siano tre edifici identici a Giza ed a Teotihuacan ed in Linea tra loro ( vedi allegato ) significa far automaticamente saltare la paternità piramidale del faraone Cheope. Di conseguenza significa far saltare tutta, ma proprio tutta l’archeologia precedente. Una sorta di “punto di non ritorno”. Tutto qui. Teotihuacan , più o meno, poteva anche passare sotto una sorta di silenzio, ma anche un terzo sito, e per giunta così distante dagli altri due, senza alcuna possibilità di “contatto neolitico casuale”, diciamo così, no. Ecco spiegato il silenzio.
Ma volevo rispondere ad un’altra interessante richiesta : quale dei tre siti è stato edificato per primo ? Bella domanda, postami da una valente ricercatrice, la Signora Giovanna, a cui prontamente rispondo, limitandomi ovviamente ad un parere personale, dato che di riscontri “ferrei” non ce ne sono. A mio avviso il primo sito è stato proprio quello Cinese, seguito da quello Egizio e poi da quello Messicano. Perchè ? Due motivi:

  1. Isolante termico : la Mica, questo minerale utilizzato per fungere da eccellente isolante termico ad alte temperature, è presente in grandi quantità in territorio Cinese, tanto da farne il primo produttore mondiale. Un caso ? No.
  2. Fattore acqua ( sia raffreddamento che eventuale vapore sotto pressione) : in Cina, e precisamente nella zona in cui sono state edificate le Piramidi in Linea e che rispecchiano lo schema della cosiddetta Cintura di Orione, c’erano almeno otto fiumi, di cui uno gigantesco. Un caso ? No.
  3. Sia Giza che Teotihuacan non rispondono con altrettanta semplicità ai due fattori appena espressi. In Messico non c’è quel tipo di Mica utilizzata a Teotihuacan, che proviene dal Brasile, ossia da almeno 4.500 chilometri di distanza ( però sti Neolitici che viaggiatori……………..). Per quanto attiene al fattore – acqua, sempre in Messico si è dovuto deviare il corso di un fiume per costruire le piramidi proprio lì dove sono oggi, con esigenze tecniche molto precise ( però sti Neolitici; anche ingegneri idraulici……………….). Per quanto riguarda Giza, invece, l’edificazione delle tre piramidi proprio in quel preciso punto, ha costretto gli edificatori a “spianare” un sito roccioso. Un lavoro immenso ( di cui ovviamente non parla mai nessuno, e figurarsi, …..) che è stato considerato addirittura più complesso della stessa edificazione delle Piramidi. ( Neolitici scalpellini, scultori e quant’altro……….)
  4. In Cina, nella enorme piana di Xian, le Piramidi sono oltre un migliaio. Ciò significa che sono antichissime, e che sono state “imitate” da millenni, in ogni modo, con ogni materiale e con ogni tecnica costruttiva. Molto più che altrove. Senza “stacchi temporali di millenni” come è certamente avvenuto in Messico ed in Egitto. E’ probabile che la “Memoria Post – Tecnologica” sia stata nel grande Paese Orientale molto più nitida che non altrove. Per aver edificato tanti edifici simili, è molto probabile che la considerazione “Piramidi = Divinità ” , in mancanza di una visione tecnologica del tutto, sia stata costante nel corso del tempo. In Messico ed Egitto, invece, ci sono stati, presumibilmente, veri e propri ” vuoti temporali” a proposito di tali grandi edifici. Non si spiegano altrimenti così tante piramidi edificate nella zona di Xian, già Capitale dell’Impero, nel corso dei Millenni.

(tratto da : L’Ombra di Orione sulla Storia dell’Umanità- Anguana Edizioni – Sossano – VI )

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...