VAGONCINI SARDI E SLITTE EGIZIE : ARCHEOLOGIA STRAVAGANTE

Di Fabio Garuti

10341756_648840045208936_5889597442042406998_n

Che si facciano tanti studi e tante elucubrazioni su come gli Egizi abbiano potuto spostare blocchi colossali, è interessante. Che non si facciano mai e poi mai controprove dal vivo, appunto, e che soprattutto non ci si ponga mai e poi mai il problema di come abbiano potuto fare anche Messicani e Cinesi a spostare a propria volta tali blocchi, è un fatto noto. Ma che addirittura si trascurino reperti clamorosi proprio a livello di trasporti e spostamenti, non è solo stravagante. E’ assurdo.
Vedete, care appassionate e cari appassionati, qui non si tratta di fare polemica, di proporre strampalate teorie eccetera; si tratta di “osservare” reperti da sempre trascurati facendo un doveroso commento, ponendosi un dubbio, cercando di dare alla logica (spesso assente dai ragionamenti “ufficiali”) il ruolo che le compete. Se in una piramide è stato trovato un isolante termico da 800 ed oltre gradi centigradi, lavorato in una maniera che neanche noi oggi riusciamo a riproporre, si dovrà pur dare una spiegazione. Ed invece no. Ci sono argomenti “tabù” per certa archeologia, e stavolta non parlo delle 1.000 Piramidi Cinesi, bensì di un reperto unico, bellissimo, completamente, o quasi, trascurato: il vagoncino di Oschiri ( vedi foto allegata).
Mentre si discute sul come gli Egizi abbiano spostato i blocchi di granito e le statue, e si propongono slitte sulla sabbia, bagnata o meno, e quant’altro ( non entro nel merito onde non diventare sarcastico, ma invito solo a fare finalmente qualche prova pratica, sotto il sole e nel deserto, con veri massi da 50 tonnellate….eliminando per un attimo le simulazioni e rimboccandosi le maniche), in Sardegna ci sono le prove di una capacità organizzativa nel campo dei trasporti e degli spostamenti, tanto clamorosa quanto trascurata. Totalmente trascurata.
Nel Museo Civico della bella Oschiri ( Nuoro – Sardegna ) la sezione dedicata all’Archeologia ospita un reperto a dir poco incredibile : età del bronzo, periodo stimato più o meno 4.000 anni fa ( piramide cosiddetta di Cheope 4.500 anni fa……..non per essere ironico, ci mancherebbe), vagoncino da trasporto, dotato di coperchio con manico, ruote collegate tra loro da assi trasversali ( Vi prego notare il serraggio tra ruote ed assali, altro che semi – cavernicoli, non so se mi spiego), ganci di traino (posteriore ed anteriore ) ad indicare chiaramente dei convogli, addirittura ganci per serrare il coperchio al vagone. Insomma, per essere dei semi cavernicoli, o “neolitici in attesa dei fenicio – punici ” c’è qualcosa che non quadra. Ma proprio per niente. Anche perché i Fenicio – Punici di vagoni simili non è che ne usassero, a quanto ricordo, ed a quanto insegna l’ archeologia ufficiale…….
Non lo dico io, lo dice questo reperto scoperto in una tomba situata nei pressi del Nuraghe Lugheria, ad Oschiri appunto. Qui non siamo in presenza di un semplice cofanetto con le ruote, bensì della riproduzione di un mezzo da trasporto con tanto di ruote e quant’altro. Oltretutto sulle ruote sono effigiati, come spesso capita in Sardegna, i cerchi concentrici, che ben conosciamo.
Ora, domando io, per creare questa “copia” dovevano esistere gli originali. E perché nessuno ne parla mai ? Eppure il reperto c’è, è lì, parla da solo.
La Sardegna ha moltissimo da offrire in termini di nuova archeologia. Tanto da poter sconvolgere l’archeologia del Mediterraneo, e non solo. Ma scusate, è stato trovato qualcosa di simile da qualche altra parte ? Risalente a quel periodo ? Strano davvero…….un Popolo in grado di costruire ( e poi addirittura riprodurre in scala ed in bronzo ) un vagone dotato di ruote ed assi trasversali, che attendeva di essere “colonizzato” dai Fenicio – Punici ? Troppo facile fare dell’ironia.
Siamo solo agli inizi. E’ tempo che di Storia e di Archeologia della Sardegna si cominci a parlare in un altro modo, con immagini, reperti e fatti. Null’altro. Non creiamo un’altra “Piana di Xian” con 1000 ed oltre piramidi Cinesi ignorate da sempre. Basta. La Sardegna non lo merita, e neanche appassionate ed appassionati di archeologia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...