OGHAM: L’ALFABETICA DI OLTRE 5.000 ANNI FA: DATAZIONI E COLLEGAMENTI TRA LA ANTICA CIVILTA’ SARDA ED IL MEGALITISMO POLIGONALE (PRE-ROMANO) AD ALATRI – (FR – ITALIA)

Di Fabio Garuti

Care Lettrici e cari Lettori, rieccomi finalmente, seppure a “scartamento ridotto”, (termine ferroviario indicante un utilizzo parziale di una utenza, ma ben calzante in questo caso, data la quasi impossibilità di avere un collegamento decente in modalità”mobile” con Facebook…), grazie ai buoni auspici di Amici e Conoscenti mossi a compassione. Riuscirò in tale maniera ad avere almeno uno scambio di vedute a giorni alterni con Voi, ed è già qualcosa, credetemi. Per cui commentate, criticate, chiedete, ciò che volete. Risponderò ben volentieri a Tutte ed a Tutti voi, come sempre.
Ordunque, Alfabeto Ogham. Ne abbiamo già parlato, più volte, ed abbiamo dimostrato come su pietre e bronzi, soprattutto in Sardegna, sia possibile ancora oggi non solo interpretare tale antichissima forma di scrittura, ma addirittura trovarne un validissimo riscontro nelle attuali Lingue Sarda e Gaelica, tanto per confermare ancora una volta, ove ce ne fosse bisogno, i contatti tra Isola Sarda e Nord della Scozia, senza dimenticare la Penisola Iberica, non solo tappa intermedia tra questi due Territori, ma anche punto di vero e proprio riferimento per chi affrontasse le perigliose rotte Mediterraneo – Atlantiche.
Affrontiamo oggi un aspetto importante della “Questione Ogham”, importante soprattutto per dissipare ogni dubbio in merito alle datazioni relative a questa forma di Scrittura. Operazione non fine a se stessa, dal momento che ci permette, anche, di porre alcuni punti fermi in merito alla datazione di taluni siti che, in presenza della Scrittura Ogham appunto, riveleranno finalmente una cronologia da cui poter partire in modo concreto. Prima di proseguire desidero ringraziare pubblicamente Ornello Tofani, grande esperto e conoscitore dello straordinario sito cosiddetto “Megalitico” (una semplificazione da dover rivedere ed approfondire in quanto riduttiva al massimo) di Alatri, in Provincia di Frosinone, immerso nella splendida cornice Ciociara. Abbiamo visto come diversi termini, ricavabili appunto da bronzi e pietre in Sardegna, ci abbiano ricondotto a termini quali Abba, Saba, Faba, Ama, Ollu, eccetera, ancora oggi ben traducibili, mentre,per quanto riguarda la datazione di tale Alfabeto, tre prove, benché taluni Negazionisti cronici cerchino di far risalire l’Ogham addirittura al Quinto secolo dopo Cristo, ossia dopo la caduta dell’Impero Romano d’Occidente (!!!), e per giunta ad opera dei Celti, che, come ben noto, non scrivevano affatto, limitandosi a qualche iscrizione funeraria peraltro appannaggio della Intellighenzia Druidica. Vediamo :

  1. Le famose “Pietre Pitte”, in Scozia, certamente precedenti ai Celti stessi (ossia prima del 3.000 avanti Cristo), arrecano iscrizioni molto precise in Lingua Ogham. I Pitti, Popolazione antichissima, veneravano la Dea Madre – Natura, avevano adottato una forma sociale di forte stampo Matriarcale, e ciò causò da parte dei Celti, veri e propri latori del patriarcato, una cancellazione di tutto ciò che i Pitti avevano voluto raffigurare, inclusi i Dun ( molto simili ai Nuraghi Sardi) ed i Pozzi Sacri, anch’essi ben noti in Sardegna. Le pietre si sono salvate, in non molti esemplari per la verità, presumibilmente perché considerati cippi funerari, cosa che anche i Celti adottavano. Parte di esse,per nostra fortuna, sono state anche riutilizzate a scopo edilizio, permettendoci di leggere ancora oggi il proprio prezioso contenuto.
  2. In Sardegna, a parte le numerosissime pietre, ci sono altri reperti molto interessanti, che arrecano scritture in Lingua Ogham. Tra essi un bronzetto, di cui spesso abbiamo parlato, certamente precedente al Quinto secolo dopo Cristo. Le parole in Ogham su di esso raffigurate parlano chiaro, relativamente ad un utilizzo di tale Alfabetica, da parte dei Sardi, ben prima del 500 dopo cristo,appunto. Inutile dire che tutto ciò comprova ulteriormente, anche per il fatto che (come abbiamo già visto), i Sardi hanno addirittura “coniato” alcuni termini Ogham, che la Antica Civiltà Sarda è assolutamente pre-Celtica.
  3. Ma c’è una ulteriore prova, molto interessante per noi : nello splendido sito Ciociaro di Alatri, provincia di Frosinone, in cui svetta un Tempio “Megalitico” a dir poco straordinario (e che ben vivamente vi consiglio di visitare, ubicata a pochi chilometri dall’uscita di Frosinone dell’Autostrada del Sole), ho personalmente reperito una scritta, chiarissima in Lingua Ogham. Tanto chiara da avermi consentito di tradurre un termine davvero interessante, di cui tra poco vi parlerò. Ora, una scritta del genere, oltretutto arrecante la famosa “M” Ogham, di derivazione certamente Sarda (come già abbiamo evidenziato in un precedente articolo), è pre-Romana, al cento per cento. Da ciò si evince che il sito, pre-Romano e databile a prima del 3.000 avanti Cristo, sia stato visitato anche dagli Antichi Sardi.

Le forme scritte, e per giunta ancora traducibili in Lingue parlate ancora oggi ( Sardo e Gaelico) rappresentano un punto fermo e documentato non opinabile. Per quanto attiene alla scritta reperita ad Alatri, le cui immagini pubblicheremo appena possibile stante la mia nota imperizia per l’elettronica, essa contiene le tre lettere Ogham H-A-M. Chiarissimo il riferimento ad un INSEDIAMENTO, dato che il gruppo tri-letterale dà questa indicazione, ancora oggi , in Lingua Gaelica appunto.
Torneremo diffusamente anche su questo argomento.per adesso concludo causa “lunghezza dell’articolo”.
Giusto come nota conclusiva, una precisazione. Il testo, riportato di seguito, in cui riassumo i miei studi sull’Alfabeto Ogham, è disponibile da questa settimana, e permette ovviamente di fruire di un quadro d’insieme di tutta la complessa materia. Ma come sempre ( questione di tempo ) affronteremo anche su queste pagine tutti i relativi temi, non evidenziabili, per forza di cose, in un unico articolo, sebbene diversi temi siano già stati trattati seppure, appunto, in maniera giocoforza “concentrata”.
Un caro Saluto a Tutte ed a Tutti Voi.
A presto,
Fabio.

Tratto da : “L’ Alfabeto Ogham nella Antica Civiltà Sarda – Scrittura e Lingua ancora attuali dopo oltre 5.000 anni di Storia”. (Anguana Edizioni – Sossano –VI)
E da : “Sardegna, Pagine di Archeologia Negata. Una grande Civiltà mediterranea migliaia di anni prima della Storia di Roma” ( medesima Casa Editrice)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...