OGHAM “CIRCOLARE”

Di Fabio Garuti e Valeria Putzu

12661987_914508678666023_114548433084176026_n

Reperto certamente unico nel proprio genere è quello che Vi presento oggi, e che mi è stato segnalato da Valeria Putzu: attorno ad un foro centrale (probabilmente un peso da telaio) una scritta ad andamento non lineare ma curvo. Una vera rarità, reperita a Buckquoy (territorio tra Nord della Francia e penisola Iberica), di non grandi dimensioni e di peso contenuto.
Perché unico nel proprio genere ? A parte la scrittura “circolare”, comunque sempre su una linea continua ovviamente curva, è presente la famosa M in alfabeto Ogham-Sardo (la croce poggiante su un solo piede, tanto per semplificare, evidenziata dal colore verde chiaro, in alto), cosa che assevera il passaggio da Ogham Lineare ad Ogham Sardo, ossia diviso in singoli simboli, utilizzati sia come simbolo, appunto, od uniti tra loro a formare vere e proprie parole, non più scritte su una linea continua. Un ulteriore passaggio intermedio di questa forma alfabetica, molto interessante.
Venendo alla decifrazione del tutto, potete notare i singoli simboli ben evidenziati da Valeria Putzu.
Partendo dalla A in basso al centro ed andando verso sinistra , abbiamo :
-A (linea che interseca, caratterizzata al di sotto da una ulteriore linea parallela, che indica l’inizio della parola)
-L (due linee che non intersecano)
-B (una linea che non interseca : attenti, non è chiarissima, ed è anche abbastanza storta, probabilmente per l’effetto a cerchio)
-A (altra linea che interseca, formando una croce. La intersecazione è appena accennata, ma si intravede chiaramente, in basso, sotto lalinea di riferimento)
Abbiamo in totale un ALBA chiarissimo. Il resto della iscrizione, da cui si evince la presenza della –M appunto, necessita ancora di ulteriori approfondimenti, dato che alcuni simboli non sono chiarissimi (come spesso accade per reperti tanto antichi). Per quanto attiene al termine –ALBA, abbiamo un riscontro molto interessante: ancora oggi ALBA è il nome, in Gaelico, della odierna Scozia.Anticamente, e quindi in un idioma pre-Gaelico, veniva anche utilizzato il termine ALBU.
Tale sostantivo, utilizzato anche come prefisso o parte di termini più complessi, è diffusissimo, a conferma della propria vetustà. Basti pensare ad Alba ed ai Colli Albani,in Italia, a Monte Albàn, in Messico, tanto per citare qualche esempio.
Torneremo su questo straordinario reperto per parlare degli altri simboli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...