UNA SPADA “SA IDDA” IN GALIZIA

Di Valeria Putzu e Gerolamo Exana

 

 

Grazie al gentilissimo Juan Collado Cañas, siamo venuti a conoscenza di un interessantissimo articolo uscito da poco in Spagna, che vorremmo condividere con voi. Si tratta di “Crónica de un hallazgo anunciado: Ferreiros (Valga, Pontevedra), un estoque tipo “Sa Idda” en el Noroeste hispánico” di José Suárez Otero. Secondo questo recentissimo articolo, pubblicato nel 2015, alla foce del fiume Ulla sarebbe stata trovata una spada della tipologia “sa Idda” nella stessa località era stata trovata nel 1982 un altra spada della stessa tipologia (vedi Ruíz-Gálvez Priego, M. L. (1982), “Nueva espada dragada en el río Ulla. Armas arrojadas a las aguas”, El Museo de Pontevedra 36, 179-186).
La spada rinvenuta é in un ottimo stato di conservazione, secondo i testimoni del ritrovamento manteneva ancora il manico di legno che purtroppo andò
 perso con l’estrazione, ed è molto simile a una trovata in Sardegna in un deposito di materiale da fondere nel villaggio di Sant’Imbenia, oltre a un altra spada “sa Idda” di Alcalá del Río, vicino a Siviglia in Andalusia. Quindi in questa zona della Galizia sono state ritrovate non una, ma ben due spade di probabile fabbricazione sarda, sembra poco probabile che i vettori di queste spade siano stati i fenici, data la disparitá temporale tra la datazione di questa tipologia di spade e l’arrivo dei Fenici nell’isola o nella penisola iberica. Molto piú probabile che i vettori fossero gli stessi sardi, ipotesi che sembrerebbe confermata dalla presenza di alcuni petroglifi con caratteristiche proprie delle navi sarde, datati tra il III e il II millennio A.C., di cui abbiamo parlato piú in dettaglio in Agosto:

https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=1534308936886680&id=100009227652860.

Le prime due immagini sono della spada rinvenuta nel fiume Ulla in Galizia, le altre due della spada di Sant’Imbenia in Sardegna.

LOS CARÁCTERES OGHAM OBLICUOS Y LAS BEBIDAS ALCOHÓLICAS – PARTE II

Parte II

De Valeria Putzu y Fabio Garuti

(Italian Version)

En este segundo capítulo sobre las letras Ogham oblicuas, descubiertas probablemente por los Sardos, seguiremos hablando de bebidas alcohólicas, analizando una de importantísima. Si el vino es el rey de los alcohólicos, la cerveza es sin duda la reina y ambos los símbolos que examinaremos hoy tienen una estrecha vinculación con la cerveza.
La primera de las dos letras de hoy está compuesta por dos líneas oblicuas que atraviesan la línea principal y corresponde a la letra G, inicial de la palabra GORT, que se refiere a la planta de la hiedra. Os preguntaréis que tiene que ver la hiedra con los alcohólicos. Aparentemente nada, pero…
Según Robert Graves en “La diosa Blanca” el ramo de hiedra es, desde siempre, presente en los rétulos de los pubs ingleses, además en el Trinity College de Oxford se sigue preparando una cerveza de hiedra. Graves afirma también que las pitias griegas usaban tomar una bebida alucinógena a base de hiedra para donar sus responsos, y esta misma bebida la tomaban también las ménades para sus cultos báquicos/orgiásticos.

Continua a leggere

LE GALLERIE DI LONGYOU E HUASHAN

Traduzione di E.din: La Terra degli Anunnaki

Foto dal sito: http://www.abovetopsecret.com/forum/thread945636/pg1

Ubicazione:

Rif. Greenwich Meridian. : 29°3′41.65″N – 119°11′2.51″E
Rif. Giza Pyramid                :   0°55’3,35″N – 87°58’2,51″E

Negli ultimi anni sono state scoperte in Cina due misteriosi complessi di grotte molto grandi scoperte, collegate per stile architettonico e decorativo, nessuno ha idea di chi li ha costruiti, le migliori ipotesi neanche troppo educate…
I due sistemi sono a Longyou, 24 alloggiamenti finora scoperti, e Huashan, 36 alloggiamenti finora scoperti, di cui uno solo è aperto al pubblico.
Complesso di Longyou;
Nel giugno del 1992, un abitante del villaggio di nome Wu Anai, decise di pompare l’acqua in una delle grotte conosciute a livello locale, che rivelarono in seguito la prima di molte grotte artificiali nella regione. Dopo 17 giorni di pompaggio, fu rimossa sufficiente acqua per rivelare la grotta tra cui diverse stele scolpite, confermando così la sua idea che non fossero serbatoi naturali, ma piuttosto artificiali. Il pavimento della grotta occupa più di 2.000 metri quadrati, con il punto più alto della grotta superiore a 30 metri. Le quattro steli della prima grotta sono simmetricamente distribuite. In seguito a questa scoperta, ha continuato a pompare fuori l’acqua da altre quattro caverne solo per scoprire che tutte portavano gli stessi segni sulle pareti e sui soffitti.
Complesso di Huashan ;
Si vede ovunque l’attenzione molto particolare per l’intaglio;
C’è stato qualche suggerimento che potrebbero riguardare le incisioni molto simili a quelle che si trovano sulla ceramica locale risalente al 500 a.C. circa , ma in realtà nessuno ha identificato questo stile con certezza .Chiamata anche Grotta mistica di Flower Hill (Collina del fiore) , il nome cinese è Huashan Mi Ku , trovata da un contadino , quando salì al Flower Hill ( Huashan ) per fare legna nel 2000. Ci sono in totale 36 grotte distribuite ora ai piedi della Collina Fiore , che si estendono per circa 5 km lungo la stessa. Gli interni della grotta mostrano il particolare di essere stata cesellata . Poiché nessun detrito è stato trovato all’ interno o intorno ad essa , gli archeologi e gli scienziati stanno ancora cercando di scoprire quando e come sono stati costruite . Chi ha costruito e a quale scopo? E’ particolarmente degno di nota che la Grotta n° 35 , che è la più grande del suo genere trovato fino ad ora ad Huashan, esaltata come il Palazzo sotterraneo e Palazzo freddo, 18 metri il punto più alto , 170 metri di lunghezza , con una superficie di 12.000 metri quadrati. Ci sono 26 colonne di pietra triangolare che sostengono il soffitto , all’interno della grotta , ci sono molte stanze in pietra , letti in pietra , ponti di pietra , edifici di pietra istoriati , grondaie in pietra e piscine in pietra.
Le mistiche grotte di Huashan Grotte.
Molto sorprendente quindi che non esistano resoconti storici di queste grotte o che manufatti non siano stati trovati all’interno, come per chi siano state costruite: la mia ipotesi migliore, per quello che vale, sarebbe una setta di beginings dediti al Taoismo.
Il primo riferimento a Huashan, che significa “Montagna del Fiore”, venne dalla dinastia Chou, 3000 anni fa. Infatti, il carattere cinese “hua” (fiore) è stato inventato proprio per nominare questa montagna, che ha cinque punte che si dipanano come petali di un fiore. Taoisti, attratti da questi potenti cinque elementi feng shui, sono venuti a Huashan a meditare per almeno 2200 anni, secondo gli annali della dinastia Han.

GLI ESSENI

Di M.Rita Moi

Chiamati anche nazareni – Nazareth era un loro presidio molto importante – Nazareno sta per (N- Asar) ossia seguace di Melchisedek (Asar) (Tratto dal libro Il Gesù proibito 2000 anni di ” paganesimo cristiano” autore Mario Pincherle Archeologo scopritore dello ZED all’interno della Grande Piramide). Esseno e’ il popolo da cui discende Gesù Cristo e che si presume vivesse vicino a Masada. Gli esseni erano contadini, frutticoltori e profondi conoscitori delle proprietà delle erbe, dei cristalli e del colore con i quali curavano tutti coloro che richiedevano il loro aiuto.

Detenevano quindi un’antica conoscenza, tramandata da Atlantide, portata in Palestina da Mose’ e dal suo popolo (gli esseni) Medici e guaritori, con leggi e tradizioni ortodosse, imponevano a chi desiderava entrare nella loro comunità delle iniziazioni che duravano fino a sette anni. Continua a leggere